Camera di Commercio di Ravenna
Tu sei qui: Portale CCIAA Ravenna Finalità
Azioni sul documento

Finalità

pubblicato il 17/01/2008 14:35, ultima modifica 14/01/2011 12:13

Le Camere di Commercio sono state istituite con la Legge n. 680 del 6 luglio 1862 allo scopo di promuovere gli interessi commerciali ed industriali. Nel corso degli anni hanno adeguato la loro presenza all'evoluzione sociale ed economica del Paese. La legge 29/12/1993 numero 580 ne ha definitivamente consolidato e ampliato competenze e ruoli.

La Camera di Commercio è un Ente Pubblico autonomo ed elettivo. Una istituzione aperta, vicina alle attività economiche del territorio, di cui interpreta voci e valori, di cui promuove lo sviluppo attraverso l'offerta di servizi reali. Collegata a rete con l'intero sistema camerale in Italia e all'Estero; integrata con altri organismi e istituzioni nazionali; sostenuta dalla collaborazione delle Associazioni imprenditoriali, la Camera costituisce per le imprese la porta di accesso alla Pubblica Amministrazione, il punto di confluenza tra attività produttive e Stato.

La Camera gestisce strutture e infrastrutture a livello locale, regionale e nazionale; partecipa a Enti e Consorzi; costituisce Aziende Speciali.
Fra le funzioni della Camera di Commercio possiamo elencare:

  • funzioni istituzionali;
  • funzioni promozionali e di supporto alle imprese;
  • funzioni di regolazione di mercato.

Le prime rappresentano il nucleo storico delle attività camerali: la registrazione e la certificazione delle imprese; la gestione di albi, ruoli, elenchi; il rilascio di atti, certificati, autorizzazioni, licenze per attività particolari in Italia e all'Estero.

Alle seconde appartengono invece gli interventi di assistenza, di informazione economica, di formazione professionale, di studi e ricerche di mercato; servizi sempre più ampi e articolati, per adeguare la dimensione produttiva locale ai nuovi scenari economici europei che vengono erogati anche attraverso l'Azienda Speciale della Camera di Commercio SIDI-Eurosportello.

Le funzioni di regolazione del mercato comprendono l'attivazione di camere arbitrali e di conciliazioni, la promozione di accordi fra associazioni imprenditoriali e associazioni per la tutela del consumatore, la individuazione di clausole inique nei contratti, funzioni di controllo e verifica sui pesi e sulle misure, azioni di repressione della concorrenza sleale.

La Camera di Commercio di Ravenna, in attuazione della L.580/93, è ora regolata da un proprio Statuto. Questo è stato approvato con deliberazione del Consiglio Camerale nella seduta del 19 aprile 1999. Lo Statuto, che regola la vita organizzativa dell'Ente, ha dato luogo all'emissione di alcuni specifici Regolamenti, in esso specificamente previsti. Il Regolamento per il funzionamento del Consiglio Camerale, quello per il funzionamento della Giunta Camerale e, infine, il Regolamento di organizzazione degli uffici e dei servizi hanno visto la luce tra aprile e giugno del 2000, a seguito di approfondite elaborazioni effettuate da specifiche, apposite Commissioni tecniche all'uopo costituite.

Tale impianto normativo costituisce la vera innovazione del sistema camerale voluta dalla riforma, che in tal modo riconosce alle Camere di Commercio un'ampia autonomia gestionale, permettendo, di fatto, il concreto miglioramento dei servizi da rendersi alle imprese.

Area riservata
Accessibilità

Logo cnipa accessibilità Logo attestante il superamento ai sensi della Legge n.4/2004 della verifica tecnica di accessibilità

 

Privacy -   Note Legali

Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ravenna
C.F. e Partita Iva 00361270390
Tel. 0544/481311

P.E.C.: protocollo@ra.legalmail.camcom.it
Mail: camera.ravenna@ra.camcom.it