Camera di Commercio di Ravenna
Tu sei qui: Portale News e Eventi 24.10: Accise e benefici fiscali per le imprese
Azioni sul documento

24.10: Accise e benefici fiscali per le imprese

— archiviato sotto: ,
pubblicato il 04/10/2017 14:40, ultima modifica 04/10/2017 14:45

Seminario di approfondimento su agevolazioni e problematiche relative la fiscalità delle accise nei settori dei prodotti energetici (oli minerali), dell’energia elettrica, del gas naturale, degli oli lubrificanti, nonché dell’alcol e prodotti alcolici anche in usi esenti, del vino.

24 ottobre 2017, ore 9,30 - 13,00 e 14,00 - 17,00
ACCISE E BENEFICI FISCALI PER LE IMPRESE

Relatrice: Avv. Rosanna Perna, Studio Perna
Studio Legale Perna, Brescia

Esperta nella gestione del contenzioso e delle problematiche relative la fiscalità delle accise nei settori dei prodotti energetici (oli minerali), dell’energia elettrica, del gas naturale, degli oli lubrificanti, nonché dell’alcol e prodotti alcolici anche in usi esenti, del vino.


PROGRAMMA

Non sottoposizione

Impiego di energia elettrica e gas naturale nei processi metallurgici, mineralogici, elettrolitici, di riduzione chimica e negli altri casi stabiliti dalla legge

Agevolazioni ed esenzioni
Impiego dei prodotti energetici: energia elettrica, gas naturale, carburanti, combustibili, oli lubrificanti, GPL
Gli usi agevolati ed esenti dei carburanti e combustibili
Gli oli lubrificanti
Gli alcoli

Altri casi di rimborso di accise

scarica il programma dito iscrizione on line
scheda di iscrizione da inviare via mail

Un servizio in più per le aziende partecipanti, senza costi aggiuntivi: incontri personali con l'Avv. Perna, su prenotazione, il giorno successivo il seminario

Termine per aderire al seminario: 20 ottobre 2017

Info: Dr.ssa Cinzia Bolognesi, cinzia.bolognesi@ra.camcom.it - tel. 0544 481415

Quota di partecipazione al seminario:
Euro 100,00 + Iva a persona (sconto per il terzo partecipante)

Euro 90,00 + Iva a persona per gli abbonati a International Trade 2017


PERCHE' UN SEMINARIO SULLE ACCISE
La continua trasformazione del mercato, sempre più globale e quindi competitivo, impone alle Imprese nazionali l’adozione di nuove strategie aziendali basate non solo sull’innovazione di processo e di prodotto ma soprattutto sull’efficienza industriale.

Il costo dell’energia in Italia, infatti, è tra i più alti d’Europa, ed è uno dei principali fattori che incidono sulla competitività delle nostre aziende. Gli ultimi studi rivelano che gli imprenditori italiani pagano l’energia il 31,7% in più rispetto alla media europea, con una spesa maggiore di circa 10 miliardi di euro l’anno. L’efficienza industriale è dunque una politica dalla quale la nostra imprenditoria non può più prescindere per tornare competitiva nei grandi mercati internazionali.

Il processo di efficientamento energetico fa spesso riferimento ad un’analisi degli impianti energetici e alla ricerca di soluzioni ed impianti più performanti e ciò anche tramite investimenti aziendali spesso oggetto di finanziamenti agevolati.

Tuttavia, la fiscalità dei prodotti energetici prevede una serie di benefici fiscali riservati, in misura e in maniera diversa, a diverse tipologie di processi produttivi in funzione del prodotto energetico utilizzato.

Quando si parla di fiscalità dei prodotti energetici, il riferimento va ai prodotti energetici soggetti ad accise le cui agevolazioni, se è vero che sono oggetto di una disciplina molto specialistica e spesso contenuta in diversi e frastagliati provvedimenti normativi che possono essere difficilmente conoscibili, risultano invece facilmente fruibili senza alcuna forma di investimento.

L’incontro ha lo scopo di verificare quali sono i prodotti energetici e in quale misura risultano agevolati nei diversi impieghi industriali, considerato che alcuni processi produttivi sono “esclusi” completamente dalla tassazione ai fini delle accise e tantissimi altri processi godono di esenzioni o di significative riduzioni di accise che possono esse fruite, a seconda dei casi, sotto forma di risparmio al momento dell’acquisto del prodotto ovvero sotto forma di rimborso in danaro.

Il programma prevede l’esame dei processi industriali nei quali l’energia elettrica e il gas naturale sono ritenuti “non sottoposti” ad accise e quelli nei quali sono agevolati in forma e in diversa misura e le diverse modalità previste per ottenere il risparmio.

Verranno esaminati anche gli impieghi nei quali i carburanti e combustibili e gli oli lubrificanti risultano “esenti” o “agevolati” e le specifiche modalità di fruizione dei relativi benefici. A titolo esemplificativo, sul gasolio utilizzato in macchine operatrici si può risparmiare fino ad € 0,43 per litro.

accise.jpg

Infine, verrà esaminato come proprio il meccanismo applicativo delle accise può dare luogo ad un rimborso anche al di fuori degli impieghi agevolati e con particolare riferimento alle vendite all’estero.

NEL DETTAGLIO, LE AGEVOLAZIONI O I RIMBORSI ACCISE RIGUARDANO:

Carburanti e combustibili.

1. Impieghi diversi da carburante per motori o da combustibile per riscaldamento.

2. Impieghi come carburanti per la navigazione aerea diversa dall’aviazione privata da diporto e per i voli didattici.

3. Impieghi come carburanti per la navigazione nelle acque marine comunitarie, compresa la pesca, con esclusione delle imbarcazioni private da diporto, e impieghi come carburanti per la navigazione nelle acque interne, limitatamente al trasporto delle merci, e per il dragaggio di vie navigabili e porti

4. Impiego nei trasporti ferroviari di passeggeri e merci.

5. Impieghi in lavori agricoli, orticoli, in allevamento, nella silvicoltura e piscicoltura e nella florovivaistica

6. Prosciugamento e sistemazione dei terreni allagati nelle zone colpite da alluvione

7. Sollevamento delle acque allo scopo di agevolare la coltivazione dei fondi rustici sui terreni bonificati

8. Prove sperimentali, collaudo di motori di aviazione e marina e revisione dei motori di aviazione, nei quantitativi stabiliti dall’Amministrazione finanziaria

9. Produzione di forza motrice con motori fissi in stabilimenti industriali, agricolo-industriali, laboratori, cantieri di ricerche di idrocarburi e di forze endogene e cantieri di costruzione (escluso il gas naturale)

10. Gas naturale impiegato negli usi di cantiere, nei motori fissi e nelle operazioni di campo per la coltivazione di idrocarburi

11. (*) Produzione, diretta o indiretta, di energia elettrica

11-bis. (*) Produzione di energia elettrica integrata con impianti di gasificazione, assimilata alle fonti rinnovabili:

12. Azionamento delle autovetture da noleggio da piazza, compresi i motoscafi che in talune località sostituiscono le vetture da piazza e quelli lacuali, adibiti al servizio pubblico da banchina per il trasporto di persone

13.Azionamento delle autoambulanze, destinate al trasporto degli ammalati e dei feriti di pertinenza dei vari enti di assistenza e di pronto soccorso

14. Produzione di magnesio da acqua di mare

15. Gas di petrolio liquefatti utilizzati, negli impianti centralizzati per usi industriali (2) e dagli autobus urbani ed extraurbani adibiti al servizio pubblico

16. Prodotti energetici iniettati negli altiforni per la realizzazione dei processi produttivi

16 bis. Prodotti energetici utilizzate dalle Forze armate per gli usi consentiti

17. Combustibili utilizzati nelle fasce climatiche- zone non metanizzate

18. Autotrasporto

Gas naturale

1. impiego nei processi metallurgici,mineralogici, elettrolitici, di riduzione chimica

2. Gas naturale negli usi industriali

3. settore alberghiero

4. distribuzione commerciale

5. ristorazione

6. impianti sportivi con

7. teleriscaldamento alimentato da cogenerazione

8. attività ricettive per disabili, orfani , anziani ed indigenti

9. Miscele gassose di origine biologica

Energia elettrica

1. impiego nei processi metallurgici,mineralogici, elettrolitici, di riduzione chimica

2. prodotta da fonti rinnovabili

3. prodotta da gruppi elettrogeni a determinate condizioni

4. prodotta negli aeromobili e navi in particolari condizioni

5. opifici industriali con consumo mensile superiore ad 1.200.000 kWh

Oli lubrificanti

1. produzione e lavorazione della gomma naturale e sintetica per la fabbricazione dei relativi manufatti

2. produzione materie plastiche e resine artificiali o sintetiche, comprese le colle adesive

3. produzione antiparassitari per piante da frutta

4. consumi interni degli stabilimenti di produzione di prodotti energetici

5. trasferiti fuori dal territorio nazionale

Alcole e prodotti alcolici

1. denaturati destinati alla vendita / non destinati al consumo umano

2. produzione materie di aceto

3. fabbricazione di medicinali

4. impiegato in un processo di produzione il cui prodotto finale non contenga alcole

5. impiegati nella produzione di aromi per uso alimentare

6. impiegati nei prodotti alimentari

7. impiegati come campioni per analisi , prove di produzione o a fini scientifici

8. sui prodotti ritirati non piu’ idonei al consumo umano

9. trasferiti fuori dal territorio nazionale

Area riservata
Accessibilità

Logo cnipa accessibilità Logo attestante il superamento ai sensi della Legge n.4/2004 della verifica tecnica di accessibilità

 

Privacy -   Note Legali

Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ravenna
C.F. e Partita Iva 00361270390
Tel. 0544/481311

P.E.C.: protocollo@ra.legalmail.camcom.it
Mail: camera.ravenna@ra.camcom.it