Camera di Commercio di Ravenna
Tu sei qui: Portale Registro Imprese - R.E.A. Sanzioni
Azioni sul documento

Sanzioni Registro Imprese - Sanzioni R.E.A.- Sanzioni Albo Imprese Artigiane

pubblicato il 25/08/2009 11:45, ultima modifica 04/08/2017 08:30

La materia attinente gli accertamenti e le sanzioni applicate per le violazioni del Registro imprese - R.E.A. - Albo Imprese Artigiane è regolata dalla Legge n. 689 del 24 novembre 1981 che ha depenalizzato tali comportamenti configurandoli come illeciti di natura amministrativa.

Termini di deposito

Le domande R.I./denunce R.E.A. devono essere presentate generalmente entro 30 giorni dalla data di decorrenza dell’evento da iscrivere, ad eccezione delle domande di iscrizione di atti costitutivi di società di capitali e cooperative che devono essere presentate entro 20 giorni dalla data dell'atto.

La presentazione delle domande al R.I. e delle denunce al R.E.A., il cui termine cade di sabato o di giorno festivo, è considerata tempestiva se effettuata il primo giorno lavorativo successivo (art. 3 D.P.R. n. 558/1999).

 

Si rimanda alla Guida interattiva agli adempimenti societari e al Manuale degli adempimenti Registro Imprese per la più completa casistica.

 

Sanzioni Registro Imprese

La sanzione per ritardata o omessa presentazione di domande al Registro delle Imprese ammonta a:

Importi delle sanzioni per ritardata od omessa denuncia al Registro delle imprese suddiviso per tipologia di soggetti
SOGGETTIIMPORTO IN MISURA RIDOTTA
Imprese individuali € 20 a carico del titolare
Società € 412 a carico di ogni soggetto obbligato in carica
al momento della violazione


€ 549,34 per ritardato o omesso deposito di Bilancio
a carico di ogni amministratore o liquidatore
in carica al momento della violazione
Consorzi ed Enti Pubblici Economici € 412 a carico di ogni legale rappresentante
in carica al momento della violazione

€ 549,34 per ritardato o omesso deposito
Situazione Patrimoniale
a carico di ogni legale rappresentante
in carica al momento della violazione

 

Dal 15 novembre 2011 verranno applicati importi inferiori, cosi' come fissati dalla Legge n.180 del 11/11/2011 e secondo l'interpretazione della circolare MSE n. 3647/C:

Importi delle sanzioni per ritardata od omessa denuncia al Registro delle imprese suddiviso per tipologia di soggetti
SOGGETTIIMPORTO IN MISURA RIDOTTA
Imprese individuali € 20 a carico del titolare
Società

€ 206,00 per ritardato o omesso adempimento a carico di ogni soggetto obbligato al momento della violazione, ridotto a  euro 68,66 se la denuncia, la comunicazione o il deposito avvengono nei 30 gg successivi alla scadenza dei termini prescritti


 € 274,66 per ritardato o omesso deposito di Bilancio a carico di ogni amministratore o liquidatore obbligato al momento della violazione, ridotto a € 91,56 se il deposito avviene nei 30 gg successivi alla scadenza dei termini prescritti

Consorzi ed Enti Pubblici Economici

€ 206,00 per ritardato o omesso adempimento a carico di ogni legale rappresentante obbligato al momento della violazione, ridotto a € 68,66 se la denuncia, la comunicazione o il deposito avvengono nei 30 gg successivi alla scadenza dei termini prescrittti

€ 274,66 per ritardato o omesso deposito Situazione Patrimoniale a carico di ogni legale rappresentante obbligato al momento della violazione , ridotto a € 91,56 se il deposito avviene nei 30 gg successivi alla scadenza dei termini prescritti

 

L’Ufficio del Registro delle imprese, in quanto autorità competente alla contestazione della violazione ai sensi dell’articolo 14 della Legge 689/81, invita i soggetti sanzionabili ad effettuare il pagamento di una somma in misura ridotta, ai sensi dell’articolo 16 della stessa legge, pari alla terza parte del massimo o, se più favorevole, al doppio del minimo della sanzione per ciascuno dei soggetti obbligati alla domanda.

L'importo delle sanzioni Registro Imprese è fissato da: 

  • per le ditte individuali

Articolo 2194 c.c. Inosservanza dell’obbligo d’iscrizione

Salvo quanto disposto dagli articoli 2626 (ora 2630) e 2634 (ora 2417), chiunque omette di chiedere l’iscrizione nei modi e nel termine stabiliti dalla legge, è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da € 10 a € 516”.

  • per le società

Art. 2630. – (Omessa esecuzione di denunce, comunicazioni e depositi).

Chiunque, essendovi tenuto per legge a causa delle funzioni rivestite in una società o in un consorzio, omette di eseguire, nei termini prescritti, denunce, comunicazioni o depositi presso il Registro delle imprese, ovvero omette di fornire negli atti, nella corrispondenza e nella rete telematica le informazioni prescritte dall’articolo 2250, primo, secondo, terzo e quarto comma, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria da 103 euro a 1.032 euro. Se la denuncia, la comunicazione o il deposito avvengono nei trenta giorni successivi alla scadenza dei termini prescritti, la sanzione amministrativa pecuniaria è ridotta ad un terzo.

 

Per le sanzioni del  Registro Imprese:

  • l’importo della sanzione compete all’Erario e va pagato con modello F23
  • l’importo delle spese di procedimento e notifica va pagato tramite versamento sul c/c postale n. 15570484 intestato a
    Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ravenna
    Viale Farini, 14 - 48100 Ravenna
    causale:
    R.I. - Sanzione Amministrativa - Spese notifica e procedimento - Verbale n. ...

N.B.

Per le società viene emesso un verbale per ogni responsabile e un verbale indirizzato alla società obbligata in solido.
Devono essere pagati:

  • tutti i singoli verbali dei soggetti responsabili con relative spese di procedimento e notifica
oppure
  • tutti i singoli verbali indirizzati alla società con relative spese di procedimento e notifica

Non devono pagare sia i singoli soggetti che la società.

 

Sanzioni R.E.A. (Mod. S5 - UL - R)

Le sanzioni R.E.A. sono applicate in forza del richiamo all’art. 9 D.P.R. n. 581/95 e al DM 09/03/1982.

L'importo delle sanzioni R.E.A. e' fissato dall'articolo 51 del T.U. 2011/1934 modificato dalla L. 630/81 e dalla L. 435/87 a carico di ciascuno dei soggetti tenuti alla denuncia.

L'importo della sanzione dipende dall'entità del ritardo della denuncia effettuata.
La sanzione per ritardata o omessa presentazione di denunce R.E.A. ammonta a:

Importi delle sanzioni per ritardata od omessa presentazione di denuncia al R.E.A. suddivisi per numero giorni di ritardo
Giorni di ritardo
IMPORTO IN MISURA RIDOTTA
dal 31° al 60° giorno di ritardo € 10 a carico del titolare di impresa individuale / di ogni amministratore di società / di legali rappresentanti di soggetto R.E.A.
dal 61° giorno
di ritardo
€ 51,33 a carico del titolare di impresa individuale / di ogni amministratore di società / di legali rappresentanti di soggetto R.E.A.
 

L’Ufficio del Registro delle imprese, in quanto autorità competente alla contestazione della violazione ai sensi dell’articolo 14 della Legge 689/81, invita i soggetti sanzionabili ad effettuare il pagamento di una somma in misura ridotta, ai sensi dell’articolo 16 della stessa legge, pari alla terza parte del massimo o, se più favorevole, al doppio del minimo della sanzione per ciascuno dei soggetti obbligati alla domanda.

 

L’importo delle sanzioni R.E.A. è fissato dall’articolo 51 del T.U. 2011/1934, modificato dalla Legge n. 630/81 e dalla Legge n. 435/87, ed è pari a:

  •  euro 30,00 per le denunce presentate oltre il termine di 30 giorni dall’evento;
  •  euro 154,00 per le denunce omesse o presentate oltre il termine di 60 giorni dall’evento;
  •  da euro 5,00 a euro 206,00 per le denunce non veritiere.

 

Per le sanzioni  R.E.A.:
  • l’importo della sanzione + le spese di procedimento e notifica vanno pagate tramite versamento sul c/c postale n. 15570484 intestato a
    Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ravenna
    Viale Farini, 14 - 48100 Ravenna
    causale:
    REA - Sanzione Amministrativa - Verbale n. ...

N.B.

Per le società viene emesso un verbale per ogni responsabile e un verbale indirizzato alla società obbligata in solido.
Devono essere pagati:

  • tutti i singoli verbali dei soggetti responsabili con relative spese di procedimento e notifica
oppure
  • tutti i singoli verbali indirizzati alla società con relative spese di procedimento e notifica

Non devono pagare sia i singoli soggetti che la società.

 

Sanzioni Albo Imprese Artigiane

Come raffigurato nella tabella sottostante, in caso di omissione o ritardo nella presentazione della Comunicazione Unica ai fini dell'iscrizione all'Albo Imprese Artigiane si applica, a norma dell'art.3, comma 3, della Legge Regionale n.1/2010 e della Legge n.443/1985, una sanzione amministrativa di € 500,00 per ogni soggetto obbligato. Inoltre nel caso di omissione o ritardo nella presentazione della Comunicazione Unica per la cancellazione dall'Albo delle Imprese Artigiane, si applica, a norma dell'art.4, comma 2, della Legge Regionale n.1/2010, una sanzione amministrativa di € 333,33 per ogni soggetto obbligato.

 

Importi delle sanzioni per ritardata od omessa denuncia all'Albo delle Imprese Artigiane suddivisi per tipologia di comunicazione

TIPO COMUNICAZIONE

(oltre il 30° giorno)

IMPORTO IN MISURA RIDOTTA

ISCRIZIONE

€ 500,00 a carico di ogni soggetto obbligato in carica al momento della violazione

CANCELLAZIONE

€ 333,33 a carico di ogni soggetto obbligato in carica al momento della violazione
 

L’Ufficio del Registro delle imprese, in quanto autorità competente alla contestazione della violazione ai sensi dell’articolo 14 della Legge 689/81, invita i soggetti sanzionabili ad effettuare il pagamento di una somma in misura ridotta, ai sensi dell’articolo 16 della stessa legge, pari alla terza parte del massimo o, se più favorevole, al doppio del minimo della sanzione per ciascuno dei soggetti obbligati alla domanda.

 

L'importo delle sanzioni Albo Imprese Artigiane è fissato da:

  • iscrizione all'Albo Imprese Artigiane

l'art.3, comma 3, della Legge Regionale n.1/2010 prevede una sanzione amministrativa che varia da € 250,00 a €. 2.500,00 per ogni soggetto obbligato.

  • cancellazione dall'Albo delle Imprese Artigiane

l'art.4, comma 2, della Legge Regionale n.1/2010 prevede una sanzione amministrativa che varia da € 200,00 a €. 1.000,00 per ogni soggetto obbligato.

Per le sanzioni Albo Imprese Artigiane:
  • l’importo della sanzione + le spese di procedimento e notifica vanno pagate tramite versamento sul c/c postale n. 15570484 intestato a
    Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ravenna
    Viale Farini, 14 - 48121 Ravenna
    causale:
    Albo Imprese Artigiane- Sanzione Amministrativa - Verbale n. ...

N.B.

Per le società viene emesso un verbale per ogni responsabile e un verbale indirizzato alla società obbligata in solido.
Devono essere pagati:

  • tutti i singoli verbali dei soggetti responsabili con relative spese di procedimento e notifica 
oppure
  • tutti i singoli verbali indirizzati alla società con relative spese di procedimento e notifica

Non devono pagare sia i singoli soggetti che la società.

Si precisa che per le imprese artigiane l'omissione o il ritardo della denuncia della Comunicazione Unica nei 30 giorni successivi all'evento, puo' comportare l'applicazione della doppia sanzione secondo quanto previsto dal seguente prospetto.

(clicca qui per accedere alla tabella)

I nuovi importi vengono applicati dal 16 maggio 2011 secondo l'interpretazione della circolare MSE 3647/C.
Precisazione: premesso che la Camera di Commercio di Ravenna accetta iscrizioni di ditte individuali con immediato inizio dell'attivita' economica con data anteriore alla data di invio della Comunicazione Unica, ne consegue che verra' applicata  la doppia sanzione (registro imprese e albo artigiani) nel caso la denuncia sia fatta oltre i 30 giorni.

 

 

Modalità recapito verbali

I verbali di accertamento della sanzione vengono spediti:

  • per le imprese individuali alla residenza del titolare;
  • per le società alla residenza degli amministratori/dei liquidatori/dei sindaci effettivi e alla sede legale della società che risponde in solido se i responsabili non pagano.

La Camera di commercio di Ravenna ha avviato dal mese di giugno 2014, in via sperimentale, la notifica delle sanzioni amministrative del registro delle imprese, dell'albo artigiani e del Rea attraverso la Posta Elettronica Certificata (Pec). Il contribuente potrà verificare in tempo reale i documenti inviati ed avere la certezza del giorno e anche dell’ora esatta della notifica.

Si precisa inoltre che la Camera di Commercio di Ravenna  ha esteso a decorrere dal 1 ottobre 2014 la notifica delle sanzioni amministrative tramite PEC a tutti i soggetti sanzionati che risultano dotati di PEC iscritta all'INI PEC, anche se questa non risulta comunicata al registro delle imprese, come previsto dalla circolare del Ministero dello Sviluppo Economico n. 149353 del 28/08/2014. Gli indirizzi PEC dell'impresa o del professionista verranno verificati nell'INI PEC (indice nazionale degli indirizzi di posta elettronica certificata), di cui all'art. 6-bis del CAD (codice dell'amministrazione digitale), che costituisce lo strumento unico necessario per acclarare l'esistenza e la veridicità dell'indirizzo PEC.

 

Termini di pagamento

Le sanzioni devono essere pagate entro 60 giorni dalla data di notifica del verbale.

L'utente dovrà in seguito comprovare l'avvenuto pagamento della sanzione, indicando il relativo numero di verbale ed inviando alla
Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Ravenna Viale Farini, 14 - 48121 Ravenna via Fax  (0544/481499), posta tradizionale o posta elettronica (registro.imprese@ra.camcom.it) i seguenti allegati:

per le sanzioni del Registro Imprese:

  • le attestazioni di versamento con c/c postale

  • una copia dei modelli F23 pagati 

per le sanzioni  R.E.A. e le sanzioni artigiane:

  • l’attestazione di versamento con c/c postale

 

Qualora il pagamento in misura ridotta non avvenga entro il termine di 60 giorni dalla notifica, il verbale di accertamento viene trasmesso all’Ufficio Contenzioso amministrativo il quale, se ne ricorrono le condizioni, provvede all’emissione della sanzione con la notifica dell’ordinanza di pagamento. Allo stesso Ufficio il destinatario dell’accertamento può far pervenire scritti difensivi entro il termine di 30 giorni dalla data di notificazione del verbale: in tale ipotesi non deve essere effettuato alcun pagamento.

 

Spese di procedimento e notifica

La Camera di Ravenna a decorrere dal 1° gennaio 2016 ha aggiornato le spese di procedimento e notifica in €. 50,00 adeguandole ai costi medi unitari delle procedure e agli importi fissati dalle altre Camere della regione.

 

Modalità di pagamento abbreviato

Il trasgressore che decide di pagare immediatamente la sanzione R.E.A. e/o Albo Imprese artigiane tramite addebito sul conto Telemaco deve indicare nel riquadro “note” della pratica la dicitura:

Denuncia presentata fuori termine – Si richiede l'addebito della sanzione sul conto prepagato Telemaco”.

Questa modalità consente di ridurre i costi delle spese di procedimento e notifica da €. 50,00 a €. 30,00.

All'utente verrà rilasciata la ricevuta di protocollo comprensiva delle somme addebitate per la sanzione, per l'istruttoria (spese di procedimento e notifica), oltre ai diritti di segreteria e al bollo se dovuto. Non verrà inviato nessun verbale di accertamento e non sarà possibile presentare atti difensivi.

 

Atti difensivi

Se i responsabili ritengono di opporsi al verbale, devono presentare scritti difensivi in carta libera all’Ufficio Contenzioso amministrativo della CCIAA di Ravenna, entro 30 gg. dalla data di notifica del verbale stesso, per richiedere l'annullamento o, in subordine, l'applicazione del minimo valutandone la convenienza.

Area riservata
Accessibilità

Logo cnipa accessibilità Logo attestante il superamento ai sensi della Legge n.4/2004 della verifica tecnica di accessibilità

 

Privacy -   Note Legali

Standard

Powered by Plone ®

Camera di Commercio

Camera di Commercio Industria Artigianato Agricoltura di Ravenna
C.F. e Partita Iva 00361270390
Tel. 0544/481311

P.E.C.: protocollo@ra.legalmail.camcom.it
Mail: camera.ravenna@ra.camcom.it